» Curiosità » Tutti pazzi per il Do It Yourself

Tutti pazzi per il Do It Yourself

Fenomeno legato in origine alla cultura punk e alla nascita negli anni ’60 delle etichette indipendenti, il Do It Yourself, comunemente tradotto in Italia con l’espressione “fai da te”, si è esteso poi alle diverse forme di espressione artistica: dalla musica all’editoria, fino a raggiungere numerosi aspetti della quotidianità, divenendo una vera e propria scelta di vita. Un’etica che vedeva l’autoproduzione come una valida alternativa alle scelte commerciali dominanti e che nella musica si traduceva nel rifiuto per le major della distribuzione. Dall’autoproduzione dei dischi, il Do It Yourself ha poi abbracciato il mondo del design, dell’arredamento e soprattutto della moda.fashion_diy

Inutile dire che, con la crisi economica che morde, il Do It Yourself oggi sta vivendo una nuova età dell’oro! Ci permette di risparmiare e di dare spazio alla fantasia. Non solo un hobby quindi, ma una vera tendenza!

Il difficile contesto economico non è l’unica ragione dell’esplosione della “Do It Yourself mania”. Rinnovare il vecchio creando qualcosa di nuovo, inventare, creare e riciclare significa anche non accontentarsi di capi seriali, prodotti uniformi e privi d’identità, ma creare qualcosa di personale, che ci contraddistingue.

Capi d’abbigliamento che non indossiamo da tempo, accessori apparentemente demodè, magari scovati nei nostri armadi, nei cassetti delle mamme, se non addirittura delle nonne, possono acquistare nuova vita, dando libero sfogo alla fantasia. Perché buttare via jeans, abiti e t-shirt in disuso o fuori moda, quando è sufficiente una giusta dose di creatività per dare vita a qualcosa di originale ed iperfashion?

Ѐ davvero facilissimo migliorare o trasformare un vecchio capo chiuso da anni in un armadio, aguzzando l’ingegno. Fare ogni tanto un salto in merceria, senza spendere cifre esorbitanti, significa svecchiare anche il vestito più datato. Basta, infatti, aggiungere semplici dettagli come bottoni, pizzo, glitter o borchie, a seconda del proprio stile, ed ecco che la vecchia borsa o le scarpe che non ci piacciono più diventano uniche, originali e super-chic. Nel look sono proprio i dettagli a fare la differenza!

DIY

Flickr

Non serve essere esperti di cucito per farsi travolgere dal Do It Yourself. Sulla rete è possibile trovare numerose risorse a cui ispirarsi. Anche Zalando suggerisce qualche spunto e alcune semplici dritte per riciclare gli abiti in maniera creativa e divertente. In alternativa, potete scegliere una t-shirt basic dando un’occhiata al vasto ossortimento offerto da Zalando e divertirvi a trasformarla a vostro piacimento!

fashion_diy_305x200

Masha Sedgwick

Se si è in cerca di ispirazione, vi consigliamo un click. Su www.zalando.it/diy/ potrete scoprire qualche idea sfiziosa per personalizzare i vostri abiti, con passaggi semplici da realizzare e, soprattutto, all’insegna del glamour. Creatività e personalità sono gli ingredienti fondamentali per cimentarvi nell’esperienza, insieme ad un po’ di colla, ad un paio di forbici e a qualche capo basic che non usate più.

Realizzare da sé i propri capi significa anche regalarsi una buona dose di autostima, è un modo per mostrare bravura e fantasia, indossando le proprie creazioni. Basta pensare alla soddisfazione di poter dire, dopo aver ricevuto complimenti per il proprio look, “L’ho fatto io!”, magari attirando anche l’invidia di qualche amica superfashion!

A causa dei numerosi impegni, fra lavoro e vita privata, spesso il tempo libero a nostra disposizione è esiguo. Sono sufficienti, però, pochi minuti per rimodernare abiti ed accessori, rendendoli sbarazzini e stilosi. Sfruttando i pochi ritagli utili di tempo, sarà possibile sfoggiare ogni giorno qualcosa di nuovo!

La moda fai-da-te permette di indossare capi unici per distinguersi in occasioni speciali e, magari, dedicarsi ad un piacevole e stimolante passatempo durante le grigie giornate invernali. Il DIY diventa così anche sinonimo di relax, per concedersi qualche ora in tranquillità.