» Consigli di stile » Torna l’abito in pizzo d’ispirazione anni ’50

Torna l’abito in pizzo d’ispirazione anni ’50

Chi pensa che il pizzo è passato di moda si sbaglia di grosso! Il pizzo non se n’è mai andato dalle passerelle, né tanto meno dai vostri armadi ragazze, vero? Appare per la prima volta nel 1500 nelle decorazioni sugli abiti sia per gli uomini che per le donne, ma solo dal 1800 diventa prettamente di uso femminile soprattutto in scialli, giacche e indumenti intimi.

I pizzi si dividono in due categorie, quelli fatti a mano con tempi di produzione più lunghi ma ovviamente più pregiati, e quelli fatti a macchina. Comunque la raffinatezza del pizzo dipende molto dalla tipologia di filato che si usa per la tessitura: il più comune è il cotone, ma anche la seta, l’oro o l’argento.

Sensuale per l’effetto vedo non vedo che crea sul corpo e allo stesso tempo elegante per la sua preziosità, il pizzo retrò, che fasciava i fisici delle dive anni ’50 e ’60 come Sophia Loren o Marilyn Monroe, torna di moda nella primavera-estate 2015Chic, romantico ma anche versatile poiché adatto sia per le occasioni formali che per il tempo libero, un classico che non invecchia mai, insomma è il punto fermo di qualsiasi guardaroba femminile.

Oggi la versione famosissima di D&G e del loro tubino di pizzo nero, è affiancata da tantissime e innovative creazioni, anche colorate. La primavera esige leggerezza e colori per questo le maison di moda hanno portato in passerella i colori pastello, luminosi e romantici come il rosa, l’azzurro, il giallo e il bianco. Anche i tessuti degli abiti diventano più leggeri ed ariosi in primavera, quindi via libera ad abiti e minidress in pieno stile anni ’50, aderenti sul seno con gonna ampia e vita stretta.

pizzo azzurroChi Chi London Vestito elegante-blue

Il bianco e il nero sono i classici per eccellenza: il bianco simbolo di purezza e sensualità diventa meno effetto sposa se abbinato ad accessori colorati; il nero sexy, intrigante e molto seducente se abbinato agli accessori giusti può risultare uno stile molto rock.

Ragazze la moda attuale non conosce regole, quindi se state pensando di indossare il pizzo dalla testa ai piedi, fatelo! Come e quando volete, l’importante è che lo scegliate sempre con cura, perché il pizzo è più bello se è di qualità e ricordate sempre di acquistare un abito in pizzo mat, e quindi morbido e opaco piuttosto che lucido.
Potete abbinare il pizzo anche ad altri materiali: bellissimo l’effetto della giacca di pelle sopra a un tubino nero pizzato o ancora un top in pizzo colorato sopra a un paio di jeans. L’estate è alle porte, e i colori si fanno più sgargianti e sbarazzini, non abbiate paura di osare!

Una delle caratteristiche del pizzo è la trasparenza, quindi se indossate un abito di pizzo sulla pelle nuda, avete tre alternative: o indossate completini intimi color carne, e quindi invisibile, o optate per lo stesso colore del pizzo, o ancora a contrasto, scegliete una nuance opposta a quella del pizzo.

Che dire.. è il tessuto più sensuale che esista, rende ogni donna romantica, femminile e perché no all’occorrenza aggressiva.
Per le amanti del vintage anche in spiaggia, il pizzo è tra i protagonisti del beachwear 2015: bikini, copricostumi e caftani vi aspettano all’insegna di un’estate chic e glamour! Che aspettate? Il pizzo non è solo per le spose!