» Fashion » Moda donna » Stile preppy: guida all’uso per bravi ragazzi

Stile preppy: guida all’uso per bravi ragazzi

Lo stile preppy, un po’ come i diamanti, non passa mai di moda. La settimana scorsa ne abbiamo avuto la conferma alla Fashion Week di Milano, nel corso della quale stilisti come Anna Molinari, Tommaso Aquilano e Roberto Rimondi hanno proposto collezioni dal tocco old school.

Oggi abbiamo pensato di proporvi una mini guida a questo stile, in caso pensiate di imitarlo, criticarlo, o vogliate solamente avere la risposta pronta quando qualcuno vi domanda “Preppy? Cosa vuol dire?”

preppy

Sperry Top-Sider EYE TWILL: Scarpe da barca | VerySimple Gonna a pieghe |
mint&berry Camicetta beige | Lifetime Collective RAUL – Cardigan |
Michael Kors BLANKA – KNOX – Occhiale da sole – |
Zatchels SYLVIA – Satchel 14.5″ Cracked Leather – Borsa a tracolla

Dove, quando e perché
Lo stile preppy nasce negli Stati Uniti tra gli anni Quaranta e Cinquanta. Il termine si riferisce alle preparatory schools che i ragazzi benestanti americani frequentavano prima di andare al college. I decenni nel frattempo sono trascorsi, ma il preppy, le rughe, non le ha viste nemmeno con il cannocchiale. Mentre molti fashion designer di fama internazionale continuano ad ideare capi dalle influenze old school , tipicamente preppy, ragazzi e ragazze di tutto il mondo che adottano questo look continuano a far colpo su futuri suoceri e suocere.

Quell’aria da bravi ragazzi
Pullover con scollo a V e mocassini per lui, gonne a pieghe e calze di cotone in vista per lei, sono i capi più utilizzati dagli amanti di questo stile. Se questi, poi, vengono indossati in tinte pastello, tanto meglio. Fatta eccezione per occhiali dalla linea classica, un po’ retrò, e per braccialetti poco vistosi, raramente, curiosando tra guardaroba preppy, vi imbatterete in accessori.  Collane, anelli e orecchini appariscenti “sporcherebbero” quella semplicità e quell’aria da bravi ragazzi che piacciono tanto alla nonna.

Le buone maniere non tramontano mai
L’essere preppy non si riferisce solamente all’abbigliamento, ma anche alla maniera di esprimersi e comportarsi. Si direbbe quasi che, per i preppy, le buone maniere abbiano la priorità rispetto al look.  Gli amanti di questo stile, nonostante frequentino generalmente eventi sociali sofisticati, “cocktail party” e  campi da tennis, non vanno considerati snob. Il loro atteggiamento è più una via di mezzo tra la galanteria e l’ingenuità.

Letture consigliate
Se questo mini manuale non ha placato la vostra sete di conoscenza e volete saperne di più sullo stile preppy, o addirittura adottarlo, potete date un’occhiata (o una sfogliata) a questi due libri:

Il grande Gatbsy di Francis Scott Fitzgerald
Cioccolata a colazione di Pamela Moore

Diteci voi, ora, cosa ne pensate di questo stile evergreen. Meglio un’aria da bravi ragazzi o un look da belli e dannati?