» Consigli di stile » Papillon: come sceglierlo e indossarlo

Papillon: come sceglierlo e indossarlo

Oggi dedicheremo un po’ di tempo a un accessorio leggermente retrò, il papillon che al giorno d’oggi è di grande tendenza e in gran voga, soprattutto tra i giovani uomini ma anche tra le donne! Originariamente il papillon veniva usato dai mercenari croati durante la guerra dei trent’anni per chiudere la camicia sprovvista di bottone. Ovviamente, gli amanti da sempre della moda, i francesi, si innamorarono della “cravate”, che significa appunto croato, e successivamente l’accessorio si diffuse in tutta Europa. Come dimenticare personaggi come Frank Sinatra o Charlie Chaplin che amavano il papillon, o anche Winston Churchill che non usciva di casa senza il suo papillon preferito, blu a pois. Anche nel panorama del jet set femminile, l’utilizzo del papillon divenne popolare. Furono proprio Marlene Dietrich e Katharine Hepburn, con i farfallini al collo, ad ispirare la condivisione dell’armadio tra uomini e donne, poiché oggigiorno il papillon si presta a connettere maschile e femminile incarnando un irrinunciabile tocco di classe. E’ un dettaglio vincente che sostituisce una collana e quindi ci piace molto perché è versatile e riesce a rendere femminile un look maschile con sofisticatezza, senza troppi fronzoli e può essere utilizzato anche come bracciale o spilla. In un outfit femminile il papillon può far brillare un blazer, dare un tocco un po’ sbarazzino a una blusa o essere una valida alternativa al girocollo di perle. Per gli uomini possiamo dire che non si indossa più solo nelle occasioni più formali ma anche di giorno con un abbigliamento casual, mixando in piena libertà colori, fantasie e materiali. Così i vostri look saranno originali quanto basta per distinguervi sia in occasioni informali sia in occasioni come matrimoni o eventi di gala.

Photo by Julien Boulin on Flickr, licensed under CC contents

Non avete mai indossato un papillon, e non sapete neanche come sceglierlo? Pensate di risultare troppo appariscenti? Niente ansia, Zalando vi propone tanti modelli per poter scacciare tutte le vostre paure e individuare il papillon giusto per voi! Partiamo dalla camicia ovviamente, dove il dettaglio più importante è il colletto che deve essere piccolo oppure con le punte “alla francese” ovvero verso l’esterno o anche con le punte arrotondate. L’importante è che non indossiate il papillon con le camicie a collo alto perché il risultato sarà pessimo! Ovviamente la scelta della camicia in tinta unita, sarà quella più rassicurante se volete abbinare un papillon in fantasia. E’ anche vero che osando potreste ottenere interessanti risultati, ma è chiaro che se siete alle prime armi converrebbe prima fare un po’ di prove, fino a che non acquisirete l’abilità del fashion designer, e quindi mixare più fantasie.

La cosa che più conta è che il disegno della camicia e quello del papillon non si annullino visivamente e per quanto riguarda il colore non deve per forza esserci un richiamo con la camicia o la giacca, ma basta che il tutto risulti equilibrato e bello. Ad esempio potete scegliere un papillon grigio tinta unita da abbinare a una camicia a righe sottili dai colori tenui, o ancora un farfallino verde bottiglia a pois bianco con una camicia a righe verticali in diversi colori. Se indossate il papillon con una giacca con il doppiopetto non avete bisogno del gilet che riempie e completa, poiché il papillon richiede meno spazio tra i due revers della giacca. Quando il dress code lo richiede e dovrete abbinare il papillon all’abito seguendo i classici canoni dell’eleganza, invece di indossarlo nero in raso o seta lucida con lo smoking e con il frac bianco, potreste trasformarlo ironicamente e portarlo sopra una camicia in denim oppure con un maglione. Oggi tantissime le proposte più disparate dagli stilisti, in ceramica, con piume, pietre o ancora in pelle con borchie. Che dire, il papillon è un accessorio iconico capace di valorizzarti in qualsiasi occasione! Non vi resta che procurarvene alcuni, posizionarvi di fronte allo specchio e … parolina magica? Osate!