» Beyond fashion » Interviste » Intervista a Sandra Mariani, fondatrice di Nozzefurbe.com

Intervista a Sandra Mariani, fondatrice di Nozzefurbe.com

Nozze Furbe

Ciao Sandra, benvenuta su Appunti di Moda! Ti va di raccontarci un po’ di te?
Ciao a tutti, è un piacere potervi raccontare qualcosa di me e di quello che faccio.
Sono una mamma e una moglie, quindi una ex sposa fai da te. Ho organizzato praticamente da sola il mio matrimonio e mi sono pentita del 90% delle scelte che ho fatto. Alcune sono state fatte per accontentare mamma o suocera, altre perché pensavo di non avere alternative. Nozzefurbe è nato anche per questo, per mostrare le tante alternative che invece ogni sposa ha.

Sandra Mariani Nozzefurbe

Come è nata l’idea di Nozzefurbe e quali sono stati i primi passi per la realizzazione del tuo progetto?
Tutto è nato dai miei vagabondaggi in rete. Navigavo su siti americani dedicati ai matrimoni dove si parlava dell’aspetto low cost delle Nozze, ma anche del fai da te e di matrimoni green e ho notato che in Italia questi argomenti erano trattati solo marginalmente dai vari siti di settore esistenti, come si parla di una moda ma senza essere mai davvero e praticamente utili.
Ho pensato quindi di colmare una lacuna fornendo al tempo stesso qualche informazione in più. Ad esempio si parlava di abiti da sposa usati, ma nessuno sapeva dove acquistarli. Per questo su Nozzefurbe c’è un ricco database di abiti da sposa messi in vendita dai nostri utenti dove è possibile vendere, ma soprattutto acquistare abiti praticamente nuovi a prezzi davvero scontati.
In Italia l’evento Nozze è visto ancora come un Giorno Unico, nonostante l’aumento del numero di divorzi, in cui si ha diritto ad essere Principesse senza rinunciare a nulla. I giovani, dicono, rimandano la data delle Nozze per via del precariato, della disoccupazione, ecc. In realtà rimandano perché è stato loro detto che bisogna avere un Matrimonio all’altezza di certi standard, spesso superiori alle possibilità dell’italiano medio.
Per dare vita a questa mia idea il primo passo è consistito nell’individuazione di un nome che racchiudesse in se l’idea che volevo portare avanti e il secondo la ricerca di un bravo webmaster che capisse cosa avevo in mente. Il primo è stato semplice e immediato, il secondo molto più complesso.

Anozzeconlosponsor by Nino Toscano CataniaPhoto by Nino Toscano Catania

Quali sono, secondo te, gli ingredienti che non possono mancare per un matrimonio perfetto?
Non possono mancare gli sposi e una coppia di fedi. Tutto il resto è secondario.

Da quali altri blog trai ispirazione?
Soprattutto blog stranieri, americani per lo più. Come Green Bride Guide, che tratta prevalentemente di matrimoni eco-sostenibili, o The budget savvy bride, più concentrata sul risparmio.

Ci riveli qualche espediente per risparmiare concretamente sull’organizzazione di un matrimonio?
La prima cosa da fare è scrollarsi di dosso i preconcetti e guardare con occhio più critico quello che ci viene proposto non solo da mamme e suocere, ma anche e soprattutto dalla tv, dalle riviste di settore e dalla maggior parte dei siti dedicati. Non prendete tutto per oro colato, insomma.
Poi conviene fare da subito una lista di priorità, dove appuntare quali sono gli aspetti ai quali assolutamente non si vuole rinunciare. Consiglio di fare prima un elenco di tutte le voci di cui si compone l’organizzazione di un matrimonio e di metterlo poi in ordine di importanza, per cui al primo posto ci sarà la cosa alla quale mai e poi mai potrete rinunciare e all’ultimo posto quella della quale fareste volentieri a meno. E fatelo col fidanzato, non con la mamma.

Manuela e Lamberto by Federico SichiManuela e Lamberto by Federico Sichi

Che consiglio daresti a qualcuno che vuole aprire un blog dedicato al mondo delle nozze?
Di blog che fanno copia e incolla di idee e matrimoni stranieri è pieno il web. Chi vuole aprire un blog dedicato ai matrimoni, oggi, deve avere qualcosa da dire, una idea forte e originale e non avere paura di andare contro corrente o di rivolgersi ad un settore di nicchia. Il web deve essere un validissimo strumento per chi è alla ricerca di qualcosa di diverso, mentre chi sogna un matrimonio tradizionale non avrà che da recarsi nello stesso atelier in cui ha comprato l’abito la sorella o nella stessa villa in cui si è sposata la cugina.

Quali sono i trend di quest’anno nel mondo delle nozze?
Il vintage è molto di moda, un po’ perché, a quanto pare, nei momenti di crisi si teme il futuro e si tende a proiettarsi nel più rassicurante passato (anche nel cinema è tutto un proliferare di supereroi da secondo dopoguerra e l’Oscar è andato a The Artist, un film muto e in bianco e nero). Un po’ per il fascino romantico dei pizzi e dei merletti, ma non solo. Badate bene: il Vintage può essere low cost se si sceglie di indossare, ad esempio, l’abito da sposa della nonna, ma può anche essere molto ricercato e costoso.

Grazie di essere stata con noi! Prima di salutarci vuoi darci qualche anticipazione sui tuoi progetti futuri?
Cercherò di continuare a far crescere ogni giorno di più Nozzefurbe, proponendo sempre soluzioni nuove e davvero utili agli sposi. Sto inoltre portando avanti una collaborazione importante, che vedrà nascere in esclusiva per Nozzefurbe un innovativo strumento per le coppie interessate all’aspetto sostenibile del proprio Matrimonio.
Grazie a voi per avermi concesso questo spazio. Un abbraccio. Sandra