» Fashion » Eventi e sfilate » New York Fashion Week 2013: fra tempeste di neve ed il ritorno di John Galliano

New York Fashion Week 2013: fra tempeste di neve ed il ritorno di John Galliano

Dal 6 al 14 febbraio New York diventa l´olimpo del fashion ospitando le collezioni autunno – inverno dei designer più di tendenza. La New York Fashion Week non è stata bloccata nemmeno dalle condizioni atmosferiche avverse, che hanno creato solo un po´ di intoppi nell´organizzazione.

DIGIPIX

Marc Jacobs è stato lo stilista più colpito dal tremendo gelo che si è abbattuto sulla città di New York, il designer è stato costretto a posticipare al 14 febbraio, ultimo giorno della Fashion Week, la presentazione della sua collezione autunno inverno 2013: i materiali per la sfilata non sono arrivati l´11 febbraio, giorno in cui era programmata, per la troppa neve che ha bloccato i corrieri. Questo ha creato non poco scompiglio fra lo staff della Fashion Week, che era già pronto a volare a Londra per organizzare la settimana della moda nella capitale inglese. Sicuramente Marc Jacobs non risentirà di questo inconveniente e, come sempre, riuscirà a incantarci con la sua nuova collezione.

New York - All right reserved by Vivienne Gucwa

La fashion week di quest´anno ha ospitato un avvenimento di grande rilievo per il mondo della moda: il 12 febbraio ha sfilato la prima collezione creata da Oscar della Renta con John Galliano, tornato finalmente al lavoro dopo due difficili anni di riabilitazione. Il duo, alquanto insolito, non ha certo deluso, realizzando una collezione scenografica e molto femminile. Gli abiti sono una perfetta combinazione fra l´eccellenza sartoriale di Oscar della Renta e l´esuberanza tipica di Jhon Galliano.  L´influenza dell´ex direttore creativo di Dior si nota soprattutto nei tagli trasversali dei capi e nei mix di tessuti. Il suo tocco è evidente negli outfit da giorno: reinterpretazione dei tailleur di Dior e con gli immancabili richiami alla moda maschile, sono resi eleganti e ricercati da un sapiente gioco di volumi, creato con gonne a tubo strette in vita, e camicie con maniche ampie. Le previsioni erano sbagliate, l´era di Jhon Galliano non è finita. Fortunatamente esistono le seconde possibilità anche nel competitivo mondo della moda.