» Curiosità » Il gentleman moderno: intervista a Frank Gallucci

Il gentleman moderno: intervista a Frank Gallucci

Frank Gallucci è uno dei fashion blogger più seguiti. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con lui, ci ha raccontato qualche dettaglio sul suo stile e sui must have della moda maschile, oltre a raccontarci curiosità e aneddoti in questa intervista!

Come e quando è iniziata la tua avventura nel mondo del fashion blogging?
Quest’avventura è iniziata esattamente due anni e mezzo fa…inizialmente partita per gioco, con il tempo si è rivelata tutt’altro…il primo anno è stata molto dura perché quando si entra in un settore nuovo, affermarsi risulta difficile in quanto i cosiddetti “senatori” sorvegliano attentamente… però con duro lavoro, costanza e caparbietà sono andato avanti imparando molto soprattutto nel mondo dello stile da molti personaggi di riferimento che precedentemente ammiravo e che con cui ora condivido amicizia e molto altro.

Come è nata la passione per il mondo della moda?
Beh la passione per la moda nasce da bambino! Ho sempre avuto un debole per le persone molto curate nell’aspetto e avevo una sorta di adorazione nei confronti di mio cugino Francesco che possedeva un armadio molto più vicino all’ottava meraviglia che ad un normale guardaroba: quando andavo a trovarlo, molto spesso aprivo l’armadio per capire cosa ci fosse di nuovo rispetto alla volta precedente e chiedevo costantemente con cosa abbinava determinati indumenti e rimanevo impalato ad ascoltare. Poi cercavo di mettere in atto i suoi insegnamenti ma chiaramente non era opportuno indossare un abito per andare al liceo e, quindi, ho solo mostrato qualche anno più tardi le nozioni incamerate.

Frank Gallucci

Frank Gallucci
credits: Stefano Coletti

Come definiresti il tuo stile?
Molto spesso mi viene fatta questa domanda…forse il termine più appropriato è “versatile”. Ho una certa familiarità nell’allontanarmi dallo stile classico per poi riavvicinarmici rapidamente. Non mi riconosco in un solo stile…e poi sono un sostenitore del gentleman a 360°, non etichettabile così solo perché si veste in un determinato modo.

Quali i capi fondamentali e irrinunciabili per essere sempre di classe e sfoggiare un perfetto stile gentleman?
A mio modesto avviso non esistono capi irrinunciabili e fondamentali per un perfetto stile gentleman, se non sono accompagnati da determinati comportamenti e dal rispetto delle cosiddette “buone maniere”. Partendo da questo punto poi possiamo spostare l’attenzione al capitolo abbigliamento: il vero gentleman ha il nodo alla cravatta sempre perfetto e non sbaglia quasi mai le proporzioni dell’abito che indossa in base alle più disparate occorrenze.

L’accessorio a cui non puoi rinunciare?
Probabilmente l’orologio è l’accessorio di cui non posso fare a meno…completa il look di un uomo ancor più che nel gentil sesso; gli accessori che apostrofano una donna sono altri, mentre per uomo l’orologio è fondamentale…e in più siamo dinanzi al più democratico degli accessori: non importa il suo valore o il suo blasone per via del marchio…talvolta degli ottimi orologi vintage rivisitati sono più chic ed eleganti degli orologi più rinomati.

Frank Gallucci

Frank Gallucci
credits: Park Sang Hyun

Per un look classico ed elegante la cravatta resta un accessorio indispensabile. Anche per te rappresenta un must have?
Dipende molto dalla tipologia di evento a cui si va incontro…su questo tema molti la pensano diversamente perché pensano che anche con la pochette nel taschino e senza cravatta siamo davanti ad un look classico; però a mio avviso la cravatta è fondamentale per un look classico e impeccabile. Se non si vuole essere troppo pretenziosi e impostati allora si può cambiare cravatta magari facendo ricadere la scelta su un modello in maglia che da un tono più disinvolto: la cravatta non ingessa, anzi ingentilisce la figura.

Esiste un nodo alla cravatta giusto per ogni occasione.Quali sono i tuoi suggerimenti per non sbagliare?
Io preferisco il classico nodo italiano declinato nelle varie forme cioè a uno o due twist (giri attorno al nodo). Personalmente non sono un fan del famoso nodo windsor perché si crea una sorta di triangolo tanto caro alla cultura inglese…anche in questo preferisco l’italianità!!!

Il messaggio più importante che vorresti trasmettere ai tuoi lettori?
Provare sempre a comunque a privilegiare la qualità nel proprio lavoro perché solo attraverso questa arriveranno i successi; non cercare scorciatoie, perché solo chi sa aspettare avrà un futuro roseo…dico ciò perché prima, ero molo impaziente e spesso non comprendevo determinate tempistiche; poi un giorno mio papà mi ha fatto capire che spesso forzar i tempi porta solo ad avere un successo più breve al quale preferisco quelli a lungo termine! E poi non mi stancherò mai di sottolineare quanto sia importante il fatto di essere italiani perché è a dir poco un valore aggiunto: pongo enfasi su ciò perché, e non voglio assolutamente peccare di presunzione, gli italiani sono i più bravi di tutti in questo campo….e secondo me la ragione risiede nel fatto che essendo nati nella patria della bellezza assoluta sin da piccoli siamo stati abituati al culto del bello e quindi anche indirettamente abbiamo assorbito questo concetto….è una mera questione di DNA!

Frank Gallucci – www.frankgallucci.com

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.