» Varie » Il gentleman del 2016: il vademecum stilistico per non farsi trovare impreparati

Il gentleman del 2016: il vademecum stilistico per non farsi trovare impreparati

Una volta veniva definito gentleman colui che per nascita, e non per carica acquisita, era nobile. Con il tempo il significato cambia collocandosi nel più ampio senso comune di uomo educato, dai modi autorevoli e che segue un certo tipo di galateo. Essere un gentleman è un arte che non si può comprare ma si deve coltivare: occorre un mix di eleganza, disinvoltura e sicurezza in se stessi.

Oggi potete riconoscere subito un gentleman dai piccoli dettagli come la camminata sicura, il sorriso disinvolto, una battuta spiritosa e dal taglio della giacca. Il gentleman ha gusto per le cose belle ed è elegante in ogni situazione. L’educazione del gentleman, sua grande alleata, lo guida alla migliore scelta del proprio guardaroba: vestire in modo accurato è un’importante dimostrazione di educazione verso se stessi ma anche verso tutti coloro che ci osservano.

Non confondetevi con il dandy, colui che curava e creava in modo originale e stravagante il suo abbigliamento, conduceva brillanti conversazioni e aveva un sarcasmo molto tagliente. Mentre il dandy ostentava eleganza dei modi e nel vestire, per il gentleman l’eleganza è sinonimo di discrezione.

abito elegante Hugo Boss

HUGOAERON/HAMEN – Vestito elegante – medium grey

La cravatta con il suo nodo differente da abito ad abito, il papillon, il fazzoletto, il cappello, la montatura degli occhiali, il calzino, sono tutti dettagli che compongono la visione dell’eleganza, bilanciata, accurata e senza eccessi. Volete fare di voi un’icona del buon gusto, della classe e del portamento? I consigli del team di Zalando, grazie a una guida per lo stile da gentleman, faranno in modo che vi distinguerete in ogni occasione!

Avete un bel cappotto nel vostro guardaroba? Ogni uomo dovrebbe averne uno di stile classico: si dimostrerà senza tempo e vedrete come vi tirerà fuori da disagi, sia che indossiate un abito elegante o sportivo. E ovviamente se il cappotto fosse nella versione doppiopetto, oltre a proteggervi dal freddo con eleganza, vi renderebbe molto stilosi.

Passiamo adesso agli abiti, dove la regola basilare che non dovete assolutamente dimenticare è che la camicia deve essere sempre più chiara della giacca, a meno che non indossiate un completo grigio, dove potete tranquillamente abbinare una camicia nera.

Prendete nota anche dei consigli sulla camicia-cravatta se non volete procurarvi cadute di stile: potete abbinare una camicia tinta unita a cravatte tinta unita che riprendono il colore dell’abito, a cravatte jacquard o pois che riprendono il colore sia della camicia che dell’abito; o al contrario a cravatte che hanno come colore predominante un contrasto con il resto, ad esempio una cravatta con fondo giallo per un abito blu.

cravattaVersaceCravatta – blue persiano

Per quanto riguarda le scarpe, che sono le fondamenta sulle quali si costruisce il castello dell’eleganza, scegliete senza esitare un paio di stringate: nere se pretendete un’eleganza senza tempo, cognac o marroni per un tocco di freschezza!

I gentleman sanno sempre come vestirsi secondo l’ora del giorno e questo denota classe e conoscenza delle norme che costituiscono l’eleganza maschile. Pertanto non abusate del blu a meno che l’occasione non sia più tarda e più formale. Per la mattina o pomeriggio puntate su abiti grigi, Principe di Galles o perché no, un elegante spezzato pied de poule con il pantalone grigio.

Il gentleman di oggi è colui che oltre ai pezzi chiave, iconici e senza tempo, ha nel suo guardaroba una serie di accessori a cui non può rinunciare come i foulard, le sciarpe,i guanti, le pochette da taschino, gli orologi e i gemelli, un accessorio estremamente raffinato che dona un grande fascino.

E voi avete tutto l’occorrente per essere un gentleman a tutti gli effetti?