» Beyond fashion » Design e fotografia » Amanti della fotografia? Prossima tappa: Berlino!

Amanti della fotografia? Prossima tappa: Berlino!

Sono 250 gli eventi proposti in 125 diverse location per celebrare il mese europeo della fotografia. Tante le mostre a testimonianza di ciò che l’Europa ha lasciato negli sguardi di circa cinquecento artisti della macchina fotografica.
ll mese europeo della fotografia è un’iniziativa nata nel 2004 che oggi raggruppa i Festival di Berlino, Atene, Bratislava, Budapest, Ljubljana, Lussemburgo, Parigi e Vienna. Berlino, nel cuore dell’Europa, fa da sfondo a tutta la manifestazione: “Upheavals and Utopias. The Other Europe” é un viaggio alla scoperta dell’Europa di ieri e di oggi.

L’esposizione intitolata MemoryLab mira a far rivivere e immortalare, tramite le immagini, i momenti salienti della storia europea in un turbinio di emozioni: provocazione, nostalgia ed empatia.
Immagini sfocate, libri ricchi di illustrazioni, video narrativi… attraverso cui potrete percepire quanto l’Europa è cambiata e sta cambiando e con quanta velocità; persone da ogni parte del mondo si incrociano, forgiando il modo di pensare e la vita gli uni degli altri.

7165581628_1edbb16867_z_strada

Flickr

Tanti gli artisti protagonisti, da Will McBride nella mostra “Ich war verliebt in diese Stadt (innamorato di questa città) – Fotografien 1956-63” e Karl-Ludwig-Lange, agli scatti di Stefano Corso, la sua “Berlin Heute. Die Zukunft der Metropolis” (Berlino oggi: il futuro di Metropolis) ispiarata al film “Metropolis” di Fritz Lang è visitabile dal 14 ottobre al 14 novembre all’istituto di cultura italiano (Hildebrandstraße 2 10785 Berlino) e l’ingresso è gratuito! Luci e ombre, suggestioni e geometrie che fanno emergere l’amore del fotografo romano per la città di Berlino.

Flickr

Flickr

Da non perdere anche il reportage sul lavoro di Pasolini “Pasolini. Roma” al Martin Gropius Bau, dove troviamo immagini di scene e ritratti dell’“ultimo intellettuale italiano”, e un pezzo importante, poetico e malinconico della nostra storia di europei.

Particolarmente suggestiva anche l’esposizione di Katrin Korfmann: diverse culture contemporanee a confronto, immortalate attraverso cerimonie, festival e rituali in tutta Europa. Nelle composizioni dell’artista le masse umane, muovendosi compatte dinanzi alla fotocamera, diventano mazzi di fiori, nubi di fumo … per poi separarsi nuovamente all’occhio attento di chi le contempla.
Esposizioni imperdibili perché nulla o quasi riesce a catturare in maniera così intensa e velatamente evidente le sensazioni di una persona se non il suo sguardo, seppur distratto, imprigionato in un’immagine.

Per tutte le informazioni, consultate il sito: www.mdf-berlin.de

Insomma, avete già iniziato a preparare la valigia? Un’Europa raccontata attraverso immagini, forme e colori vi aspetta!