» Curiosità » A New York i cassonetti diventano hotspot

A New York i cassonetti diventano hotspot

Piccole invenzioni possono cambiare il mondo e il modo di pensare delle persone.  Tutto questo avviene a New York, dove la società di gestione dei rifiuti Bigbelly sta sperando di poter trasformare i propri cassonetti dei rifiuti sparsi in tutta la città, in hotspot wireless.

Che dire, un modo alternativo di utilizzare i suddetti bidoni. Ricordate? Tempo fa anche a Londra era partito un progetto molto simile a questo ma che poi, per questioni di privacy è stato fermato. E sempre a New York, vi ricordate che avevano applicato alle cabine telefoniche il wi-fi pubblico?

Adesso siamo davanti ad un’interessante idea, soprattutto perché molte persone vivono in zone della città poco servite dal segnale telefonico, ma anche perché i residenti più svantaggiati non dovranno spendere soldi per connettersi e navigare in rete.

New york3

Foto Archivio Redazione

Il progetto è iniziato a Manhattan, dove sono stati già installati 170 cassonetti alimentati da pannelli solari per il loro fabbisogno energetico; e dopo aver condotto alcuni test con esito positivo, Bigbelly sta cercando di convincere l’amministrazione della grande mela, a portare in strada la flotta di bidoni intelligenti.

Un’innovazione utile non solo per il riciclo dei rifiuti ma anche come strumento per ampliare la connettività: ogni bidone sarà dotato di un chip che faciliterà quindi il lavoro degli operatori ambientali. Come?

Tramite questo chip si potrà rilevare quando il cassonetto è pieno, e quindi è giunta l’ora di svuotarlo, oppure se particolari rifiuti nell’aria stanno spargendo un odore molto forte. Geniale no? Anche perché tutto ciò permetterebbe alla città di risparmiare consistenti risorse e allo stesso tempo effettuare i controlli in tempo reale, un servizio di prima classe!

New york

Foto Archivio Redazione

Una simile iniziativa ma molto più strana è stata fatta in Thailandia, dove sia i cani che i gatti sono stati trasformati in hotspot mobili per un tempo limitato, rasserenando tutti gli amanti degli animali preoccupati per l’esposizione alle onde radio. Chi era interessato a connettersi doveva solo avvicinarsi all’animale! Curioso no?

Nel frattempo, noi del team di Zalando auguriamo ai cittadini americani che il governo sostenga questo progetto, e che sia finalizzato al più presto possibile, nell’interesse di tutti!